BOCCIOLINI Dott. CORSO
Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatra

  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button

patologie

GOZZO TIROIDEO

  • Paziente di 67 anni con voluminoso gozzo tiroideo in accrescimento da 5 anni.
  • TC Collo: Importante dislocazione dell’asse laringotracheale verso destra
  • Il paziente è stato operato, conservando i due nervi ricorrenti (preservazione della voce) e le quattro ghiandole paratiroidi fondamentali per il metabolismo del Calcio.
gozzo tiroideo
tc collo

SINUSITE

  • Sinusite mascellare sinistra con cellulite periorbitaria in bambina di 9 anni
  • Endoscopia nasale
  • TC Seni paranasali
sinusite infantile
cura della sinusite
TC Seni paranasali

POLIPI NASALI

Endoscopia nasale
TC Seni paranasali

Poliposi nasale massiva in paziente di 63 anni. Da circa 1 anno ostruzione respiratoria nasale con ipo/anosmia.

POLIPO ANTROCOANALE

polipo antrocoanale
seni paranasali

Da circa 1 anno ostruzione respiratoria nasale sinistra
in paziente di 25 anni.

VIDEO ENDESCOPIA NASALE CON PRESENZA DI POLIPOSI NASALE

Endoscopia nasale a fibre ottiche in cui è evidente la presenza di poliposi della fossa nasale destra che coinvolge il meato superiore e medio, solo il meato inferiore risulta pervio. Il paziente è stato sottoposto ad intervento chirurgico di FESS con l'uso di debrider.

noduli corde vocali
noduli post operazione

Noduli delle corde vocali

Ragazzo di 38 anni con disfonia persistente da 2 mesi. Obiettività: noduli delle corde vocali, bilateralmente (vedi prima figura). Dopo intervento chirurgico di exeresi dei noduli in microlaringoscopia diretta in sospensione (vedi seconda figura).

leucoplachia delle corde vocali

Paziente con disfonia (abbassamento della voce) da circa 2 mesi, forte fumatore. Durante l'endoscopia laringea viene evidenziata una leucoplachia della metà anteriore delle corde vocali, bilateralmente. La biopsia rivela un carcinoma a cellule squamose microinvasivo. Trattamento chirurgico richiesto: cordectomia mediante Laser CO2.

CITOLOGIA NASALE

Cos’è e a cosa serve la Citologia Nasale

La citologia nasale è un esame di facile e rapida esecuzione, che si esegue anche su bambini piccoli senza necessità di anestesia locale, e dà informazioni importanti nei casi dubbi. Infatti lo Specialista grazie all’introduzione dell’endoscopia nasale, flessibile e a fibre ottiche rigide, della TC e della RMN del massiccio facciale, del Prick Test e del RAST, possiede strumenti fondamentali per una corretta diagnosi, sempre corredata da una attenta anamnesi, tuttavia l’indagine citologica risulta uno strumento indispensabile per chiarire l’orientamento diagnostico. Grazie allo studio microscopico del secreto nasale è possibile differenziare le diverse tipologie di riniti (vasomotorie, infiammatorie, virali, batteriche e micotiche) e seguirne l’andamento nel tempo, monitorando l’efficacia della terapia farmacologica.
Le riniti vasomotorie, in particolare, possono essere classificate in due grandi famiglie: la rinite allergica, perenne e stagionale o intermittente e persistente, e le forme non allergiche. Tra queste ultime possiamo distinguere una rinite con granulociti neutrofili NARNE (Non-Allergic Rhinitis with Neutrophils), una rinite con granulociti eosinofili NARES (Non-Allergic Rhinitis with Eosinophils), un forma con mastociti NARMA (Non-Allergic Rhinitis with Mast cells) ed una forma mista eosinofilo mastocitaria NARESMA (Non-Allergic Rhinitis Eosinophils and Mast cells).
Dai più recenti dati della letteratura risulta che la frequenza tra le rinopatie allergiche e le forme non-allergiche sia percentualmente simile.

La rinosinusopatia vasomotoria, allergica e non, risulta una patologia non grave ma che può incidere negativamente sulla qualità di vita: alterazione del ritmo del sonno e di conseguenza della resa lavorativa, possibile sviluppo di irritabilità con ripercussione sulle relazioni interpersonali e, nel bambino, facile riduzione della resa scolastica. Non bisogna dimenticare la stretta unità tra le alte e le basse vie respiratorie, quindi un’alterata attività nasale può ripercuotersi a livello bronchiale come per esempio nella patologia asmatica.

Solo una diagnosi precoce ed un trattamento farmacologico adeguato può migliorare non solo la qualità di vita del paziente, ma impedire eventuali complicanze e, specie nei bambini, la diagnosi precoce può impedire possibili evoluzioni verso la poliposi e l’asma.

adenoidi con mucopus

In fibroscopia nasale caso di ipertrofia adenoidea di grado 3 (scala 1-4) con presenza di mucopus resistente a terapia medica in bambino di 5 anni. Il piccolo è stato sottoposto ad intervento chirurgico di adenoidectomia associato a posizionamento di drenaggio transtimpanico bilaterale per otite media mucogelatinosa cronica.

IPERTROFIA ADENOIDEA

Bambino di 6 anni che riferisce ostruzione nasale da circa 2 anni e otiti ricorrenti. Fibroscopia nasale: presenza di ipertrofia adenoidea di grado 4 (scala 1-4) resistente a terapia medica. Di conseguenza Il bambino è stato sottoposto ad intervento chirurgico di adenoidectomia.

Casi clinici

Il Dott. Bocciolini si occupa di diagnostica e di eseguire rilevamenti direttamente sugli assistiti al fine di analizzarne le patologie e valutarne i percorsi di cura più adatti al singolo caso.

Di seguito diversi link scaricabili di casi clinici di citologia nasale trattati in cui vengono descritte le anamnesi e i quadri diagnostici formulati.

Per ulteriori informazioni o per prenotazioni è possibile contattare telefonicamente il Dr. Bocciolini o compilare il form nell'apposita sezione dedicata.

Share by: